Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Guida alle detrazioni fiscali 2017 per il risparmio energetico

Nessun commento
detrazioni fiscali 2017

Anche per questo 2017 il Governo riconferma, con la Legge di Stabilità, l’Ecobonus per gli interventi di ristrutturazione volti ad incrementare l’efficienza energetica degli immobili. Il Consiglio dei Ministri ha destinato, infatti, 3 miliardi di euro in detrazioni IRPEF e IRES per i nuovi Ecobonus estesi ai prossimi 5 anni. E allora come usufruire delle nuove detrazioni fiscali 2017 e quali piani di riqualificazione energetica rientreranno nell’Ecobonus? Ecco una guida completa ad agevolazioni e incentivi di quest’anno.

L’Ecobonus anche per i condomini

L’Ecobonus riguarderà tutti gli interventi volti ad incrementare le prestazioni energetiche di immobili già esistenti e andrà dal 65% fino al 75% in detrazioni IRPEF o IRES. L’importante novità dell’Ecobonus 2017 è l’estensione degli sgravi fiscali anche ai condomini. La detrazione fiscale, infatti, è stata estesa fino al 75% per interventi che interesseranno tutto l’involucro edilizio volti a migliorare le prestazioni energetiche sia estive che invernali. Potrà essere, invece, del 70% nel caso in cui si tratterà di ristrutturazioni che incideranno sul 25% della superficie totale del condominio.

Progetti e interventi ammessi dall’Ecobonus 2017

detrazioni fiscali 2017Saranno ammessi tutti quei progetti di ristrutturazione realizzati su immobili già esistenti e implementati da ora fino al dicembre 2021. Interventi effettuati su edifici in corso di costruzione non rientreranno, dunque, nella manovra.

Come già descritto sopra, le detrazioni fino al 75% riguarderanno gli interventi sui condomini. Per le singole abitazioni, invece, è prevista un’agevolazione del 65% applicabile a tutti gli interventi e le spese sostenute per:

  • Installazione di pannelli solari e impianti fotovoltaici;
  • Incremento dell’efficienza termica dell’edificio e, dunque, interventi su infissi, pavimenti e coibentazioni;
  • Sostituzione di impianti di riscaldamento;
  • Interventi di domotica ovvero installazione di dispositivi multimediali volti a controllare a distanza gli impianti di riscaldamento e climatizzazione.

Importi massimi di spesa che rientreranno nell’Ecobonus 2017

Le detrazioni fiscali 2017 riguarderanno i seguenti importi massimi di spesa:

  • 100.000 euro per interventi di riqualificazione energetica dell’edificio;
  • 60.000 euro per ristrutturazioni dell’involucro edilizio;
  • 30.000 euro per la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento a favore di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia;
  • 60.000 euro per l’installazione di impianti fotovoltaici volti alla produzione autonoma di energia elettrica.

Importi e detrazioni Ecobonus per interventi sui condomini

La detrazione IRPEF o IRES del 65% si applica anche ad interventi documentati realizzati su parti in comune dei condomini sostenute dal 6 giugno 2013 fino al 31 dicembre 2021. A partire dal 1° gennaio 2017 rientreranno nella manovra anche gli istituti autonomi di case popolari.

L’Ecobonus sale fino al 70% per interventi sull’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 25% del condominio e al 75% per il miglioramento delle prestazioni energetiche sia estive che invernali.

In questo caso l’importo di spesa massimo su cui potrà essere applicato il bonus è di 40.000 euro per ogni unità immobiliare che compone l’edificio.

Chi potrà beneficiare delle detrazioni fiscali 2017

Ogni contribuente, compresi i titolari di reddito di impresa, che risulti proprietario di un immobile su cui verranno realizzati gli interventi di riqualificazione energetica, potrà richiedere il bonus. Per quanto riguarda i condomini, potranno fare richiesta per la detrazione, in particolare:

  • tutti i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciali;
  • associazioni di professionisti;
  • persone fisiche: titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini per interventi su parti in comune, coloro che possiedono un immobile in comodato d’uso, inquilini.

Infine, è importante ricordare che l’Ecobonus non è cumulabile con il Bonus Ristrutturazioni al 50%, anch’esso riconfermato per il 2017.

Come si può vedere, se state pensando di effettuare interventi di riqualificazione energetica sulla vostra casa, questo è il momento giusto per mettere mano al progetto! Gli incentivi promossi dal Governo sono particolarmente vantaggiosi quest’anno e coprono realizzazioni di grande impatto a livello energetico.

Per conoscere tutte le novità di Centro Italia Infissi in termini di efficienza energetica dei serramenti, potete consultare il nostro sito web oppure contattarci allo 085 4451833 o, in alternativa, scriverci a info@centroitaliainfissi.it.

Non ci resta, dunque, che augurarvi una buona ristrutturazione!

Articolo precedente
Rintal. Scale d’arredo per interni.
Articolo successivo
Pergole Gibus. Proteggi i tuoi momenti felici all’aperto!
Menu